haerentanimo.net
Nuove ricette

Crostata di pere al vino rosso

Crostata di pere al vino rosso


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Io ho preparato prima le pere, è consigliabile anche prepararle il giorno prima e lasciarle riposare nel vino tutta la notte, così il colore vi penetrerà meglio.

Li ho preparati solo oggi.

Ho mescolato il vino con l'acqua e lo zucchero, ho messo la stecca di cannella e le ho fatte bollire.

Ho tolto il dorso delle pere, le ho pulite ma ho lasciato la coda.

Li ho messi nel boccale e li ho lasciati sobbollire fino a quando non si sono ammorbiditi, ho spento il fuoco e li ho lasciati raffreddare, poi li ho scolati e tagliati a fette.

Ho quindi preparato il piano di lavoro.

Sul fondo della teglia ho messo della carta da forno, e sui bordi ho unto con burro e farina spolverata.

Ho separato gli albumi dai tuorli.

Ho mescolato i tuorli con la vaniglia e l'olio.

Ho mescolato gli albumi con un pizzico di sale fino a quando la schiuma non si è compattata, poi ho aggiunto un cucchiaio di zucchero.

Ho messo i tuorli sopra la schiuma dell'albume e ho mescolato leggermente con una spatola.

Ho mescolato la farina con il lievito, poi l'ho incorporata nella schiuma delle uova.

Ho messo la composizione nella teglia preparata, sopra ho pesato il gheriglio di noce (sarebbe stato bene metterne di più) e ho adagiato le fettine di pera.

L'ho messa in forno a 180 gradi per 30 minuti, ma è utile fare una prova con uno stuzzicadenti.

Ho spento il fuoco e lasciato raffreddare in forno.

Il vino rimasto dopo aver tolto le pere, ho lasciato bollire a fuoco basso fino a quando non è sceso un po' e si è addensato.

Se ciò non accade, puoi usare un po 'di gelatina.

Ho amalgamato la panna con la panna, ho aggiunto il miele e poi la crema al mascarpone.

Dopo che il piano si è raffreddato, ho messo sopra la panna e la gelatina del vino.

Lasciare in frigo a raffreddare molto bene prima di servire.

Le pere saranno molto gustose se fredde.

Questa era la ricetta di oggi.

Divertiti !!!









Crostata di pere e gorgonzola

Preriscaldare il forno a 200 gradi. Versate in un pentolino il vino rosso, lo zucchero e la marmellata. Aggiungete le pere e fate cuocere per un'ora.

Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare le pere nella salsa al vino rosso, anche per una notte se potete.

Mettere l'impasto in una teglia, ungerlo di latte e bucherellarlo, da un posto all'altro, con una forchetta (questo trucco aiuterà l'impasto a rimanere gonfio quando si aggiunge il condimento).

Cuocere l'impasto per 20 minuti o fino a quando non si alza e diventa marrone. Togliete le pere dalla salsa e tagliatele in quarti.

In parallelo, far bollire la salsa per altri 20 minuti, finché non diminuisce e si addensa.

Disporre le pere sulla pasta lievitata e ungerle con la salsa al vino rosso. Adagiate le fette di gorgonzola e servite subito.

3 cani vino rosso
1/2 tazza di zucchero
1/2 tazza di marmellata di ribes rosso (o altra marmellata acida)
8 pere, pulite
Fogli di pasta da 1200 g
latte per lubrificazione
160 g gorgonzola, taiata


CONSIGLI E TRUCCHI per delle perfette Pere al Vino Rosso ::

-Vi consiglio di scegliere pere più dure, non proprio mature. Dato che andranno bollite nel vino rosso, tieni presente che si ammorbidiranno.

-In termini di vino, consiglio un Merlot o un Cabernet Sauvignon, ma un Pinot Nero farà il suo lavoro. Non c'è bisogno di sapere quale vino costoso, dal momento che lo utilizzerai solo per cucinare le pere. Io ho usato un Merlot semisecco ed è uscito qualcosa di buono buono!

-Per quanto riguarda le spezie, puoi usare quello che ti viene in mente! Ho usato cannella, chiodi di garofano, sciroppo d'acero, succo d'arancia e qualche fetta d'arancia. Trattalo esattamente come il vin brulè. Se ti piace il sapore del liquido in cui fai bollire le pere, ti piacerà anche il risultato!

-Scegliete una ciotola abbastanza alta da far riposare le pere, completamente immerse nel vino.

-Quindi, se stai cercando un dolce che stupirà i tuoi ospiti, ma non hai molto tempo per le ricette simandicoase, le pere in camicia salvano la situazione ogni volta e hanno bisogno di qualcosa per stupire. Le pere cotte al vino rosso si abbinano perfettamente con una pallina di gelato alla vaniglia o della panna montata. Potete servirli caldi o freddi, sono buonissimi in ogni caso!


Pavlova al cioccolato e pere al vino rosso

Le pere bollite nel vino aromatizzato con cannella, chiodi di garofano, vaniglia e altri aromi, servite con una salsa al cioccolato sono comunque una delizia. Se li mettiamo tra le braccia di Pavlova, diventano l'ultima delizia. Questo è quello che volevo da questo dolce

Per una Pavlova con un diametro di 22-24 cm (4-massimo 6 persone), abbiamo bisogno:

  • 4 albumi grandi (a temperatura ambiente)
  • un pizzico di sale
  • 250 g di polvere vecchia
  • un cucchiaino di aceto
  • 2 cucchiai di cacao
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia

Per la crema al cioccolato fondente:

  • 3 tuorli
  • 170 ml di latte
  • 40 g di zucchero semolato (o più se vi piace più dolce)
  • 150 g di cioccolato fondente

Per le pere al vino:

  • 4 pere più forti
  • 750 ml di vino rosso
  • 250 g di tosse vecchia
  • le spezie che uso (condire a piacere):
    • una stecca di cannella
    • mezzo baccello di vaniglia
    • il chicco di cardamomo
    • 5 chiodi di garofano
    • 6 grani di pepe rosa (nero, rosso)

    Come ho fatto:
    [obi_random_banners align = & # 8221center & # 8221 screen = & # 8221single & # 8221]

    L'ho bollito prima pere avere il tempo di rinfrescarsi. Per questo ho fatto bollire il vino con lo zucchero e le spezie. Ho sbucciato le pere, conservando la coda e ho scavato ogni pera dal fondo per togliere la scatola dei semi. Quando il vino ha iniziato a bollire ho aggiunto le pere e ho abbassato la fiamma. Ho cucinato per 30 minuti. Poi ho tolto le pere dal vino e le ho lasciate raffreddare.

    Per Pavlova, ho scaldato il forno a fuoco medio e ho disegnato su una carta da forno un cerchio del diametro di 20cm. Ho capovolto la carta e l'ho messa in una teglia.

    Per la buona riuscita di qualsiasi meringa, è importante che il piatto (di metallo o di vetro, non di plastica) sia ben pulito e sgrassato (pulire con un tovagliolo imbevuto di aceto o succo di limone). Dobbiamo anche assicurarci che non ci siano tracce di tuorli quando i tuorli vengono separati. Le uova devono essere a temperatura ambiente (le togliamo dal frigo per mezz'ora prima di iniziare a lavorare) e impastiamo prima a bassa velocità (fino a quando la meringa raggiunge lo stadio di ciuffi morbidi), poi ad alta velocità.

    Ho setacciato lo zucchero a velo e separato il cacao. Ho montato a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale, poi ho aggiunto un cucchiaino di aceto e gradualmente lo zucchero, cucchiaio dopo cucchiaio, continuando a mescolare fino ad ottenere una meringa dura e lucida. Ho aggiunto il cacao e l'estratto di vaniglia e ho mescolato ancora un po' per incorporare. Ho poi messo la meringa sulla carta da forno all'interno del cerchio e ho formato un buco al centro, come un nido. Ho messo la teglia in forno e ho subito abbassato il fuoco quasi al minimo (130ºC). Ho chiuso la porta del forno socchiusa con un cucchiaio di legno e ho infornato per 90 minuti. Dovrebbe essere pronto in 60-75 minuti, ma mi è sembrato che non sia abbastanza duro in superficie e l'ho lasciato per 90 minuti e cremoso. Ho spento il fuoco e ho lasciato la Pavlova in forno a raffreddare.

    Per crema al cioccolato fondente, ho prima tritato il cioccolato e fatto bollire l'acqua con due dita in una padella per il bagno di vapore. Ho messo a scaldare il latte e, in una ciotola che si adatta alla padella con il bagno di vapore, ho mescolato i tuorli con lo zucchero fino a quando non si sono schiariti e hanno raddoppiato di volume. Poi ho versato il latte caldo sulla crema di tuorli a filo sottile mescolando. Ho trasferito la ciotola nel bagno di vapore e ho mescolato continuamente con il cucchiaio di legno per circa 10 minuti, fino a quando la crema ha iniziato ad addensarsi. Non si addensa molto, è pronta quando copre il cucchiaio e, se tracciamo una linea con il dito sul dorso del cucchiaio ricoperto di crema, questa linea si mantiene. Ho tolto la panna dal vapore e l'ho versata calda sul cioccolato tritato. Ho mescolato fino a quando il cioccolato non si è sciolto e la crema è stata omogeneizzata. Ho lasciato raffreddare.

    Quando tutto si è raffreddato, l'ho fatto assemblato Pavlova. Questa volta Pavlova non è andata molto bene per me, ha ceduto parecchio. L'ho trasferito con cura sul set. Sopra, nella cavità, ho messo la crema al cioccolato. Ho tagliato la base delle pere in modo che sia diritta, in modo che le pere stiano in verticale, poi ho messo le pere sopra la crema.

    Questo era tutto. È delizioso, anche se la gonna di Pavlova è un po' screpolata.


    Blondies con pistacchi e pere al vino bianco

    Dopo aver condiviso con voi la mia ricetta per le pere al vino rosso con cioccolato e more, oggi ho un'altra sorpresa per voi. Sì, sì, c'è un'altra ricetta per le pere deposte, ma questa volta giocheremo con il vino bianco. Intendo questa ricetta per le bionde con pistacchi e pere messe nel vino bianco, ovviamente! & # 128578

    La ricetta di oggi è la versione more & ldquolight & rdquo della pera messa nel vino rosso, come probabilmente avrete già intuito. E lasciatemi dire perché è una combinazione di grande successo. Prima di tutto, le pere deposte sono semplicemente incredibili. Un'esperienza completa, potrei dire. Allora potresti sapere quanto mi piacciono le bionde (versione vaniglia di donne nere/ brownies). E infine vi chiedo: chi può resistere quando c'entra anche il pistacchio? Per me questa ricetta è semplicemente perfetta! & # 128578

    Anche se la maggior parte delle ricette di pere rilassate prevede l'uso del vino rosso, lascia che ti dica fin dall'inizio che il vino bianco funziona altrettanto bene in questa combinazione. Certo, il risultato finale non sarà così roseo e bello, ma il gusto sarà comunque delizioso e irresistibile. Le pere messe nel vino rosso sono romantiche, ma quelle messe nel vino bianco sono semplicemente & ldquode favola & rdquo; e la consistenza è altrettanto morbida e fine. Dopotutto, tutto dipende dalle tue preferenze! & # 128521

    E per completare perfettamente il gusto delle pere messe nel vino bianco, ho scelto di abbinarle oggi con una bionda di vaniglia e pistacchi. Questi due elementi & ndash pere e blondie & ndash sono estremamente buoni da soli. Ma quando li combiniamo? Oh, mio ​​Dio, quanto è buona questa combinazione! E & ldquobuna & rdquo è un po' detto, credetemi.

    Secondo me, pere non hanno l'apprezzamento che meritano. E, ad essere onesti, non mi piaceva molto quando ero piccola. Ho dovuto crescere e andare in cucina e sperimentare per capire fino in fondo che le pere sono un frutto tanto ordinario quanto straordinario. Una sorta di "gioiello nascosto" della cucina. E, per dirla senza mezzi termini, la frutta cotta dovrebbe essere molto più popolare di adesso perché è così buona!

    Forse sai già che non sono un grande mangiatore di dolci. Mi piace sicuramente & ldquoinfulec & rdquo alcuni gelato vegano fatto in casa di tanto in tanto e magari una fetta di crostata lime e cioccolato. Ma non sempre sento il bisogno di un dolce dopo ogni pranzo. Ma quando si tratta di queste pere messe nel vino bianco & hellip her, è un'altra cosa! & # 128578

    Potrei mangiare queste bionde di pere ogni giorno se potessi e sarebbero comunque altrettanto buone e speciali. Non puoi annoiarti di questo gusto e consistenza! E quello che mi piace di più di questa ricetta è che non è estremamente dolce. È molto equilibrato.

    Mettere le pere nel vino bianco darà loro un sapore speciale. Un aroma molto intenso, questo è certo! Puoi già dimenticare il gusto semplice e un po' noioso delle pere fresche. Inoltre, la loro nuova consistenza, morbida e fine, è un elemento molto speciale in questo dolce. E oggi ho scelto di abbinare a questi elementi un biondino sottile, croccante e molto profumato. Perché se c'è ancora da gustare un dolce di tanto in tanto, almeno per farlo bene, no?

    Se volete assaporare al meglio questo piatto vi consiglio di servire queste bionde di pere al vino bianco con accanto qualche coppetta di gelato alla vaniglia. Può sembrare troppo, ma ti prometto che potresti diventare dipendente da questa combinazione.

    A proposito, le pere deposte sono piuttosto popolari in Francia, quindi che ne dici di renderle popolari nel resto del mondo? Dopotutto, sono così facili da fare e molto più facili da mangiare, quindi non vedo perché no! & # 128578

    CONSIGLI: L'unica regola nella scelta del vino per le pere deposte è la sua qualità. Se è un vino abbastanza buono da versare in un bicchiere e berlo così com'è, allora è un vino abbastanza buono anche per questa ricetta. Raccomando di usare un Riesling o uno Chardonnay questa volta se vuoi ottenere un dessert dolce, poiché il vino bianco secco potrebbe essere un po' troppo & ldquodur & rdquo in combinazione con le pere.

    Bene, spero di essere riuscito a convincerti a provare questo dessert decadente. Che tu scelga di prepararlo per un'occasione speciale o semplicemente di gustare qualcosa di buono in una giornata normale, ti assicuro che qui non c'è una risposta sbagliata. Devi solo essere preparato per essere messo sulla schiena, tutto qui! & # 128578

    Se decidi di provare questa ricetta, non dimenticare di tornare qui e dimmi come è venuta nella sezione commenti qui sotto. Sono molto curioso di sapere se ti è piaciuto quanto me. mi piace cucinare! & # 128578


    PERA COLLATA AL VINO ROSSO CON CREMA AL MASCARPONE

    Un dolce di stagione, facile da preparare, buonissimo, queste pere messe nel vino rosso aromatico hanno un aspetto strepitoso. E il sapore divino, leggero, senza farmi sentire in colpa per le dolci voglie notturne.

    INGREDIENTE:

    succo di 2 arance grandi

    Per la decorazione:

    ornamenti di cioccolato o salsa al cioccolato

    Mescolare il succo di limone con il succo d'arancia, aggiungere lo zucchero, l'anice stellato, la stecca di cannella e il baccello di vaniglia, quindi il vino rosso. Sbucciare le pere e farle bollire in questa composizione per 10 minuti, poi lasciarle scolare.

    Mescolare la panna montata con lo zucchero a velo fino a renderla una crema dura, quindi unirla al mascarpone e alla Nutella.

    Nelle ciotoline mettiamo un cucchiaio di panna e sopra la panna le pere lessate nel vino. Aggiungere la salsa al cioccolato o le decorazioni di cioccolato.


    Pere al vino bianco con cardamomo e zafferano

    La variante pera posta al vino bianco con cardamomo e zafferano è proposta da Ottolenghi nel suo libro "Gerusalemme". Se vuoi un dessert leggero con un aroma fruttato complesso, queste pere sono l'opzione ideale.

    A differenza delle pere messe nel vino rosso in questo caso ho usato del vino bianco a cui ho aggiunto cardamomo e zafferano. Il cardamomo offre un tocco orientale e lo zafferano porta un aroma di sciroppo di miele. La mia idea era di aggiungere del cioccolato fondente a questa combinazione e ho tirato le pere nel cioccolato fondente temperato. Poi li ho passati nelle mandorle tritate grossolanamente.

    È così che ho ottenuto un dolce preparato velocemente, gustoso e buono per concludere ogni pasto.

    Per preparare le pere messe al vino bianco con cardamomo e zafferano ho usato 4 pere dure che ho sbucciato, ho preso 500 ml di vino bianco amabile, un cucchiaio e ancora un po' di succo di limone. A parte ho messo in un mortaio 15 semi di cardamomo verde e li ho rotti non tanto quanto basta per rompere un po' il seme e rilasciare l'aroma.

    Al vino e al limone già messi in pentola ho aggiunto il cardamomo, lo zafferano e lo zucchero e ho iniziato a scaldare il tutto a fuoco medio, mescolando dolcemente fino a quando lo zucchero si sarà sciolto. Portare a bollore fino a quando il composto non raggiunge il bollore e poi aggiungere le pere. Se il liquido non copre le pere, riempitele d'acqua in modo che siano coperte.

    Si fanno bollire dai 15 ai 30 minuti, controllando costantemente che le pere siano morbide ma non si rompano, per arrivare come una purea. Putin al dente è l'opzione ideale.

    A questo punto le pere possono essere lasciate per una notte se non è necessario metterle subito in tavola.

    Se lasciati fino al giorno successivo verranno passati nel cioccolato e nelle mandorle prima di essere serviti. Se le tiri nel cioccolato, dovrai servirle subito perché l'umidità nelle pere danneggerà la pellicola di cioccolato.


    Ricetta: Pere al vino

    Ingrediente:

    • 4 pere piccole e dure (o due grandi, tagliate a metà nel senso della lunghezza)
    • 1 bottiglia di Lacrima di Ovidio Rosso (o Porto, Sherry, Marsala o Madeira)
    • 1 rotolo di cannella
    • 4 chiodi di garofano
    • 4-5 grani di pepe
    • buccia di mezzo limone
    • 1 cucchiaio di miele
    • 8 tazze di gelato alla vaniglia o cucchiai di yogurt greco per servire

    Preparazione:

    1. Sbucciare una zucca, grattugiarla e spremere il succo. Se sono grandi, usate solo due pere, tagliate a metà, nel senso della lunghezza.
    2. In una casseruola o padella con coperchio portare a bollore il vino, la scorza di limone, i chiodi di garofano, il pepe in grani e il miele a fuoco medio.
    3. Aggiungete le pere e fate sobbollire sotto il coperchio a fuoco basso per circa 30 minuti. Controllate con uno stuzzicadenti se sono cotti a lato, in una zona il più visibile possibile, per non fare troppi danni.
    4. Dopo che le pere saranno bollite, togliere con cura dal vino e far raffreddare. La salsa viene ulteriormente bollita, scoperta, per circa 20 minuti fino a quando non scende e si trasforma in uno sciroppo appiccicoso. Otterrai circa 200 ml di sciroppo.
    5. Dopo che lo sciroppo si sarà raffreddato, servire le pere con la loro salsa così: spalmare 1-2 cucchiai di salsa in un piatto da portata, mettere la pera - in piedi se è intera o coricata se è tagliata, aggiungere due coppe di gelato vaniglia accanto a uno o due cucchiai di yogurt greco.

    Tempo di preparazione: Dieci minuti

    Tempo di cottura: 50 minuti

    Decorare con strisce diagonali del resto dello sciroppo. Il caldo dell'estate può arrivare.


    Ingredienti per la ricetta delle pere al vino rosso

    • 1l di vino rosso amabile
    • 2-3 belle pere
    • 150 gr) Zucchero
    • un baccello di vaniglia
    • una stecca di cannella
    • Buccia d'arancia
    • qualche chiodo di garofano
    • 200 ml raffinato o lampone per colori più intensi (e non solo)

    Come preparare la ricetta Beaujolais Poire o Pere al vino rosso, ricetta veloce

    Prima di fare l'amore sbucciate le pere, spruzzatele con succo di limone in modo che non si ossidino, fate bollire il vino insieme allo zucchero e alle spezie.

    Quando inizia a bollire, mettere le pere nella pentola del vino e lasciarle bollire per circa mezz'ora. Scolatele con cura per non rompere la coda e mettetele in una ciotola.

    Versarvi sopra due cucchiai di vin brulè e 200 ml di raffinato o lampone e riporre in frigorifero. Dimenticateli per circa dieci ore. Avranno un colore meraviglioso.

    Affettatele un po' o lasciatele intere, qualche fogliolina di menta per dessert, un cucchiaio di gelato alla vaniglia è perfetto e poi buttate via i vostri vestiti, lasciate che Barry White delizia il vostro udito e fate quello che volete la sera dopo il dolce!

    Il voto medio dato dalla giuria è 10 con congratulazioni & # 128578

    Reț ricette con Gina Bradea & raquo Ricette & raquo Poire a Beaujolais o Pere al vino rosso, ricetta veloce


    Per prima cosa preparate le pere cotte nel vino. Portare a bollore il vino insieme alle spezie e allo zucchero.
    Nel frattempo sbucciate le pere e i gambi. Tagliate le pere in quarti, se più piccole, o a fette più spesse se più grandi.
    Quando il vino inizia a ingrassare, aggiungere le pere e farle bollire per 15-20 minuti finché non iniziano ad ammorbidirsi. Non lessatele troppo, perché devono rimanere sode. Quando saranno pronte, scolare le pere e lasciarle raffreddare.

    Preriscaldare il forno a 180 ° C (fase 4 nel forno a gas, temperatura moderata).

    Tagliate il burro insieme al cioccolato a cubetti e fateli sciogliere in un pentolino di acciaio inox a doppio fondo oa bagnomaria. Lasciar raffreddare.

    Mescolare i tuorli con lo zucchero di canna e lo zucchero vanigliato finché lo zucchero non si scioglie. Aggiungi la cannella. Aggiungere il cioccolato e il burro fuso e mescolare fino a quando non saranno ben amalgamati.

    Mescolare la farina con le mandorle tritate, il lievito e il sale. Aggiungeteli al composto di uova con il cioccolato. Dopo aver mescolato bene, aggiungere il vino.

    Sbattere gli albumi. Incorporateli poi alla torta, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto, per mantenerla ariosa.

    Foderare una teglia con fondo removibile con carta da forno, oppure ungere con burro e infarinare. Versare metà della composizione nella padella, quindi bagnare con il vino le pere lessate. Versare il resto della composizione sulle pere.
    Cuocere la torta per 45 minuti o finché non supera la prova stecchino.

    Togliere la torta dal forno e lasciarla raffreddare nella forma per 10 minuti. Quindi aprire la forma e lasciare raffreddare bene la torta prima di servire. Può essere servito liscio o con panna montata.


    Video: PERE AL VINO ROSSO, CANNELLA E CHIODI DI GAROFANO --- груши в красном вине, корице и гвоздике


Commenti:

  1. Donal

    In esso qualcosa è. Chiaramente, ringrazio per le informazioni.

  2. Wolfcot

    Auguro al successo dell'amministrazione del sito, ti è piaciuto molto tutto.

  3. Baramar

    Mi dispiace, questo non mi va bene. Forse ci sono più opzioni?

  4. Chanan

    Penso che tu non abbia ragione. Posso dimostrarlo. Scrivi in ​​PM, comunicheremo.

  5. Circehyll

    Fai come vuoi. Fai come vuoi.



Scrivi un messaggio